Iron Wings by Naps Team

Videogame, Naps e Sylphe, instancabili “pionieri”

Tra i “pionieri” del videogame in Sicilia ci sono i messinesi Domenico Barba e Fabio Capone. La loro Naps Team realizza videogiochi sin dal 1994, quando svilupparono Shadow Fighter per Amiga. Sono passati vent’anni e i due ex ragazzi hanno prodotto circa 40 titoli, attingendo a risorse umane anche all’estero, pur mantenendo una struttura snella e flessibile. «Io e Fabio ci incontrammo grazie al passaparola di amici comuni e decidemmo di sviluppare insieme un videogioco che poi vendemmo a Gremlin Interactive (uno dei più grossi publisher in quegli anni, ndr). Naps è nata così ed è diventata il nostro lavoro», spiega Domenico.

Legendary Knight by Nps Team
Legendary Knight by Nps Team

Shadow Fighter rimane una pietra miliare nella loro carriera, così come Gekido, nato per la Psone nel 1999. Specializzati nella produzione di game per pc e console, adesso lavorano anche per il mobile (è loro il recente advergame dei Polaretti, quasi 200 mila download). In genere però, i loro progetti sono indipendenti. Per il mobile è in arrivo Legendary Knight (iOS e Android), ma il loro “core” restano i giochi per computer e console (ne hanno realizzati per quasi tutte le piattaforme). In fase avanzata di realizzazione c’è «Iron Wings – rivela Domenico – ed è un arcade, un gioco di volo ambientato nella seconda guerra mondiale. Stiamo lavorando perché possa essere disponibile per pc, XBox One e Ps4. Se tutto va bene, usciremo nel 2016».

Occultus by Sylphe Lab
Occultus by Sylphe Lab

A Palermo sono di casa invece i tipi di Sylphe Labs, piccola società indipendente che sviluppa giochi per pc/mac e mobile nata da cinque anni, ma i cui tre soci, Fillipo M. Vela, Paolo Gallo e Luca Alba e il collaboratore fisso Giuseppe Di Girolamo, grafico, lavorano in questo campo dai tempi di Amiga e Gameboy. Ritrovatisi insieme dopo esperienze diverse, si occupano di ogni aspetto, dal concept al design alla realizzazione grafica e alla programmazione. La loro ultima fatica è Occultus, in fase di pubblicazione, «un’avventura grafica ambientata nella Palermo del primo ’900 che si svolge attraverso le strade della città, scoprendo intrighi e commistioni tra la nobiltà siciliana e l’occulto – spiega Filippo Vela -. Uscirà per pc/mac e Android e iOS. Abbiamo scelto di affidarlo ad Anuman Microids, un publisher francese specializzato che ha già altri contatti per la distribuzione internazionale». Questo team «non più di primo pelo», nelle cui esperienze personali ci sono giochi distribuiti con una certa rilevanza nel mercato internazionale, ha prodotto anche un audiogame per non vedenti, disponibile sull’AppStore di Apple: «Si chiama Flare Star, tutto si svolge solo in audio ed è un esperimento che vorremmo ripetere e portare avanti con idee più evolute, forse ne uscirà un altro della stessa tipologia».

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>