FabLab Palermo

Going to Expo, il made in Sicily innovativo va a Milano

Sono dieci realtà siciliane (o fondate da siciliani) fra startupper, operatori turistici, makers e innovatori a 360°. Andranno tutti insieme a Piazzetta Sicilia, ad Expo 2015, dal 27 al 30 settembre per dimostrare che c’è una Sicilia che pensa al futuro in modo originale, scommettendo su se stessa.

Sono le dieci che fanno parte del progetto Going To Expo, una vetrina di idee e progetti guidata da FabLab Palermo, a cui si sono aggiunti altri soggetti simili come MakeInSal Catania FabLabDharma Digilab, ma anche tre start up innovative, Insight, Postgol e EFood (concentrate sull’innovazione tecnologica, dallo sport all’accessibilità, passando per la ristorazione); due progetti legati allo street food come StrEat Palermo (con i suoi itinerari turistici che esaltano l’approccio genuino all’esperienza del cibo da strada) e Crocchè (il primo portale sullo street food di Palermo, esempio unico di comunicazione innovativa della tradizione legata ai nuovi temi del social eating); due coworking come PMO Coworking e CaravanSerai Palermo (che a Palermo hanno ridefinito il concetto di luogo di lavoro, in ottica sharing economy); l’Ensemble Thymòs (che proporrà per Expo una narrazione della storia e della cultura siciliana attraverso inserimenti teatrali e musicali).

A segnalarmi la cosa è stato Salvo Messina, tra l’altro il presidente dell’associazione Catania Lab che gestisce Radio Lab e Radio Zammù. A spiegare invece l’obiettivo della spedizione in partenza alla volta dell’Expo milanese – grazie a un bando di Sprint Sicilia, Sportello di Internazionalizzazione dell’Assessorato alle Attività Produttive della Regione Sicilianana – è invece Eliana Messineo, Project Manager e Responsabile PR di Fablab: «La nostra scommessa – dice  – è dimostrare che in Sicilia si fa innovazione e che è possibile fare networking creando connessioni anche tra settori e soggetti apparentemente lontani. Così abbiamo chiamato a raccolta le menti e le idee più innovative del territorio, in buona parte già conosciute attraverso collaborazioni pregresse, grazie a progetti che hanno già avuto riconoscimenti e apprezzamenti internazionali da parte di pubblico, stampa e opinione pubblica, e con una forte vocazione all’internazionalizzazione. Porteremo a Milano la Sicilia che fa, che crea, che sa crescere mettendo in rete le sue forze».

Ma cosa proporranno ai visitatori della mega kermesse milanese questi innovatori siciliani, selezionati (ma quanti altri ci sono a non essere stati scelti?) dall’assessorato regionale? Sotto l’hashtag #goingtoexpo, il gruppo ha già avviato la definizione del programma delle attività per i quattro giorni di Expo, tra presentazioni di libri, incontri e dibattiti con ospiti di prestigio, dimostrazioni live e iniziative creative per la promozione della Sicilia innovativa. inoltre, è partita una campagna di crowdfunding con lo scopo di coprire parte delle spese della spedizione e imbarcare nel progetto partner che ne condividano lo spirito e le opportunità.

Naturalmente conto di raccontarvi queste realtà ad una ad una. L’appuntamento, intanto, è per venerdì 4 settembre alle 18,30  da Sal, in via Indaco 23 a Catania, per la presentazione del progetto.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>