sw

Innovazione hi tech e impresa, il quarto Startup Weekend Catania a caccia di idee

Cinquantaquattro ore praticamente full immersion per provare a creare una startup di successo da un’idea di business, ovviamente in ambito innovazione tecnologica. Parte oggi e andrà avanti senza soste sino a domenica pomeriggio nella Vecchia Dogana, al porto, il quarto Startup Weekend Catania, promosso e organizzato dall’associazione Youthub. L’avvertimento lanciato con la comunicazione dell’evento è uno, chiaro e conciso: «un team unito è il vero segreto di ogni startup di successo. Ve lo diremo continuamente dal 14 al 16 ottobre. Noi, che di startup ne abbiamo viste tante, non potevamo certo ignorare il primo comandamento quando si tratta di creare da zero un’azienda innovativa».

«Le iscrizioni sono ancora aperte, ma puntiamo ad avere più di cento partecipanti e in ogni caso non costituiremo più di 25 team che si sfideranno sulle idee d’impresa – rivela Tamara Manuele, 23 anni, ingegnere industriale che si sta specializzando in Ingegneria meccanica, prima ragazza alla presidenza di Youthub Catania dopo circa quattro anni di “militanza” -. Anche quest’anno seguiremo le regole dettate per il format internazionale dello Startup Weekend, ma abbiamo puntato alla qualità soprattutto di mentor ed esperti che saranno a disposizione dei team. La novità è che i team potranno lavorare sia sulla propria idea o a un caso di studio proposto dal nostro principale sponsor, Wella, che con il suo franchising brand The Best Club quest’anno ha deciso di investire sull’innovazione cercando soluzioni digitali che li possa aiutare nel lancio di nuovi saloni di bellezza e di un nuovo prodotto».

Oggi presentazione delle idee, votazione e formazione dei team. Domani e domenica si lavorerà con esperti e mentor e, infine, una giuria di esperti di TIM WCap, Vulcanic Incubator, Invitalia venture, LVenture Group e Volano giudicherà idee e team. Esperti che questo mondo lo conoscono bene e sanno riconoscere i buoni progetti da quelli che hanno chance di diventare davvero startup di successo. Persone come Mario Scuderi, Investment Manager di Invitalia Ventures e startupper di lungo corso passato anche lui da Youthub Catania, che spiega quanto sia «importante contribuire alla crescita della community di talenti fin dall’inizio. Startup Weekend è il format consolidato ormai su scala globale dove incontrare i migliori talenti». Gli fa eco Roberto Magnifico, investitore e socio di LVenture Group nonché presidente di Angel Partner Group: «Per noi è fondamentale avere l’opportunità di accedere alle eccellenze, ai talenti ed ai giovani imprenditori su tutto il territorio nazionale. Questo è possibile soltanto andando sul posto per conoscere e farsi conoscere».

Questa è la prima edizione di Startup Weekend che Youthub organizza da sola, «unendo tre generazioni di youthubers», dice Tamara. Un segno di maturità per l’associazione di studenti con il pallino della startup tecnologica, che conta un board di cinque ragazzi e un gruppo più numeroso che fa attività, compresi gli “anziani” che ormai hanno preso altre strade, hanno fondato le loro startup (vedi Ganiza o Beentouch per esempio) o hanno fatto carriera come manager. Tra la cerchia di collaboratori ci sono anche quelli che hanno girato per le scuole catanesi, promuovendo l’evento tra gli studenti medi, soprattutto «quelli di quinto anno, che in diversi casi si stanno iscrivendo all’evento», aggiunge Tamara. Naturalmente al fianco di Youthub ci sono una serie di realtà attive sul fronte dell’innovazione digitale sul territorio, da TIM WCap a Paradigma, Thingstodo, Tomarchio, Mandarin, che hanno contribuito a mettere su l’evento.

Ma l’associazione pensa già avanti. Il 24 ottobre, infatti, è in calendario il più classico degli appuntamenti di Youthub, L’appuntamento delle idee. «E’ il nostro format principale – spiega Tamara – un paio di ore in cui presentare la propria idea e avere dei primi feedback per valutarla. Questo di ottobre sarà un ideale followup a Startup Weekend».

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>